trova punto vendita vicino a me

ARTICOLI & NEWS

 

Dolci di Carnevale: il gusto della qualità

pubblicato il 23 Febbraio 2017

Qual è l’origine del Carnevale? E perché in questa festa si pensa non solo a mascherarsi ma anche a preparare deliziosi dolci? Cosa lega il desiderio di “spassarsela” con quello di mangiare tante pietanze zuccherate?

L’origine della parola “Carnevale” deriva da “carne (le) vare”, cioè, eliminare la carne dalla dieta durante il periodo di Quaresima. Si tratta di un rituale religioso preparatorio alla Pasqua cristiana introdotto intorno al XIII secolo.

Il periodo preparatorio alle rinunce è stato lentamente arricchito dal desiderio di festeggiamenti, abbondanza nel cibo e ogni genere di follia divertente. Da questa interpretazione del Carnevale si comprendono anche alcuni detti popolari. Il giorno precedente al “mercoledì delle Ceneri”, appunto, viene definito “martedì grasso”. È solo un modo per sottolineare che restano solo poche ore per lasciarsi andare in trasgressioni e abusi culinari.

Dolci di carnevale: la Sicilia a tavola

Se fai una veloce ricerca nei siti internet o nei libri di cucina trovi un’infinita varietà di ricette di Carnevale. Andando a leggere gli ingredienti e la preparazione noterai che sono gli stessi dolci che vengono chiamati in modo diverso. Ogni Regione italiana segue il suo dialetto e la sua nomenclatura.

Noi di Giaconia ti suggeriamo, tra la vasta varietà di dolci di Carnevale, quelli originari della tradizione siciliana. Alcuni sono ben noti di altri, forse, non ne conoscevi l’esistenza.

E per tutte vale un antico detto popolare: “Mi raccumannu, falli a misura di ucca!” Piccoli assaggi da mangiare senza dover “spalancare” troppo la bocca.

Dolci di Carnevale fai da te

Il piacere di gustare dolci a Carnevale aumenta se, invece di acquistarli, li prepari tu a casa. Condividi questo momento con amici o con i bambini: la “festa” inizierà ancora prima di mascherarvi.

Questo è il periodo dell’anno in cui si registra la maggiore concentrazione di dolceria “fritta” tu, però, non lasciarti condizionare. Alcuni dolci possono essere preparati solo se vengono cotti immersi nell’olio bollente. Altri, come chiacchiere o pignolata, possono essere cucunati usando il forno. Manterrai il gusto, sporcherai meno la casa e, soprattutto, potrai mangiarne una quantità maggiore.

Una bella scorpacciata di dolci di Carnevale senza rischiare il mal di pancia. Cosa potresti desiderare di più?

Farina, uova, lievito, aromi naturali. Sono questi i principali ingredienti standard che si utilizzano in tutte le ricette. Ti sei mai chiesto cosa determina la differenza di gusto?

Non è solo la bravura del cuoco ma, soprattutto, la qualità delle materie prime utilizzate. Noi di Giaconia, riempiamo gli scaffali dei nostri supermercati seguendo due criteri:

Che Carnevale sarebbe senza il connubio tra le maschere indossate e la tradizione culinaria? Entra nei nostri supermercati, acquista le materie prime, invita chi vuoi nella tua casa e dilettati con la preparazione dei dolci. La Famiglia Giaconia augura a tutti “Buon divertimento”!