trova punto vendita vicino a me

ARTICOLI & NEWS

 

La spesa intelligente al supermercato. Usare occhi e naso per l’acquisto responsabile

pubblicato il 29 agosto 2018

Anche fare la spesa è una filosofia: già purché sia attenta e consapevole per un acquisto sicuro. Un modo di pensare e lavorare che noi del Gruppo Giaconia condividiamo: qualità, sostenibilità e tracciabilità dei nostri prodotti fanno parte della cura che abbiamo per i nostri clienti.

Guidate responsabilmente tra gli scaffali

Quando girate con il carrello tra i nostri scaffali, fatelo in modo responsabile. Una spesa informata da parte del consumatore è fondamentale, se abbinate qualità e risparmio senza sprechi alimentari. In gioco c'è la salute nostra e del pianeta che abitiamo.

Nei punti vendita del Gruppo Giaconia, infatti, oltre ai prodotti del marchio Conad che è sinonimo di fiducia e qualità, trovate un'ampia scelta di prodotti nostrani, freschi e di stagione. Si tratta di una varietà di cibi che comprende formaggi, miele, alle salse, fino alle marmellate, frutta e ortaggi che sono prodotti e coltivati nel nostro territorio. Una miniera del gusto biologico, insomma, a due passi da casa nostra.

La data di scadenza, della spesa non si butta niente

Per evitare rischi per la salute, ma anche sprechi,vanno distinte le due indicazioni che possiamo trovare sulla confezione del prodotto. Nel caso di rapida deperibilità la data è preceduta dalla dicitura “Da consumarsi entro” che rappresenta il limite oltre il quale il prodotto non deve essere usato. La sigla TMC indica il termine minimo di conservazione e viene indicata nel caso di alimenti che possono essere conservati più a lungo. Se è riportata la scritta “Da consumare preferibilmente entro” significa che il prodotto - oltre la data indicata - può aver modificato alcune caratteristiche organolettiche come il sapore e l’odore, ma può essere consumato senza rischi per la salute.

Gli ingredienti e la provenienza: dimmi da dove vieni e ti dirò chi sei

Occhio anche all'elenco degli ingredienti. Sono tutte le sostanze impiegate nella produzione. Il prodotto che compare per primo è quello presente in percentuale più elevata. Nel caso siano presenti oli vegetali o grassi vegetali ci sarà un apposito elenco che ne indicherà l’origine specifica, come per esempio olio di palma, olio di cocco e grassi idrogenati.

È importante anche conoscere il paese di origine o il luogo di provenienza del cibo. Infatti, questa indicazione è già obbligatoria per alcuni prodotti come carni bovine, pesce, frutta e verdura, miele, olio extravergine d’oliva, viene estesa anche a carni fresche e congelate delle specie suina, ovina, caprina e avicola.

Allergeni sull'etichetta, mangiare al sicuro

In questi anni è aumentata la percentuale di consumatori allergici o intollerante ad alcuni cibi o ai derivati: ecco perché nell'etichetta è stata introdotta la novità di indicare gli allergeni che vanno evidenziati con una carattere diverso rispetto agli altri ingredienti.

Vi aspettiamo nei nostri supermercati. Continuate a fidarvi di noi.